CURE PALLIATIVE

DEDICATO A DR. GIOVANNI FASSINI

Il progetto “ Cure Palliative” del Rotary Club Romano di Lombardia e’ l’ espressione della volonta’ dei rotariani di figurare come ideatori e induttori di una iniziativa, che ottimizzi tutte le energie gia’ presenti sul territorio di Romano di Lombardia, al fine di aiutare i pazienti che soffrono di gravi malattie croniche e le loro famiglie. Il Progetto cure palliative vuole essere un progetto dinamico che prevede inanzitutto la creazione di linee guida condivise da ASL, Azienda Ospedaliera , medici di medicina generale ( medici di famiglia) e associazioni infermieristiche per l’assistenza domiciliare per ottenere una efficace opera di supporto a tutte le famiglie che talvolta si sentono sole ed abbandonate nella disperazione della sofferenza. Esistono sul nostro territorio associazione di validi volontari che non aspettano altro che qualcuno chieda loro cosa devono fare e come possono sentirsi utili per il prossimo: questa energia di altruismo deve solo essere coordinata in iniziative ben precise e secondo regole e compiti ben precisi. Ecco che con il coinvolgimento di tutti e con l’iniziale forte impegno dei rotariani si potra’ arrivare alla realizzazione di un progetto con forte connotazione umanitaria. Quindi se questa e’ la caratteristica principale risulta ovvio che questo progetto va dedicato ad un rotariano come il Dr. Giovanni Fassini che, oltre ad essere stato un socio fondatore del nostro club e presidente nell’anno 1997-98, era un medico e uomo eccellente. Egli non era solo il Direttore dell’Unita’ Operativa di Medicina dell’Ospedale di Romano, ma era anche un uomo con grande umanita’ nei riguardi dei suoi pazienti e di noi soci rotariani.
La storia del nostro club e la vita di Romano e dintorni e’ ricca di aneddoti che riguardano l’attivita’ professionale del Dr. Fassini improntata ai primi tentativi di assistenza domiciliare , effettuata magari con pochi supporti tecnici, ma con piena collaborazione degli infermieri dei vari paesi del circondario e dei medici di base di allora. Risulta pertanto logico pensare che intitolare questo progetto al Dr. Fassini non significhi solo ricordare in modo passivo cio’ che e’ stato questo uomo, ma seguire cio’ che’ stato il suo grande insegnamento.
Il progetto , che e’ entrato rapidamente nella sua fase attiva, ha gia’ trovato un sostegno economico , nella sua prima fase , grazie ai fondi disponibili per l’anno rotariano 2009-2010 ; inoltre il Rotary Club di Romano di Lombardia ha gia’ effettuato due importanti azioni , vendita di magliette con il logo del progetto e una cena benefica, che hanno permesso la raccolta di una iniziale quantita’ di fondi. La raccolta fondi continuera’ con ulteriori iniziative gia’ programmate per l’anno 2010, e il Rotary Club spera nella continua generosita’e supporto di tutti coloro che vogliono condividere questo progetto. Verra’, comunque effettuata ogni 3 mesi una attenta verifica delle fasi del progetto affinche’ gli eventuali errori possano essere corretti rapidamente. Gli sforzi di tutti, rotariani e non , dovranno trovare un reale successo nel raggiungimento dell’obiettivo principale : vincere la solitudine della disperazione dei malati e delle loro famiglie.

Leggi il comunicato dell’Azienda Ospedaliera di Treviglio

Questa voce è stata pubblicata in Progetti. Contrassegna il permalink.