TEATRO DAL VERME – MILANO, LUNEDI’ 2 MARZO 2015

Teatro Dal Verme, Milano

 

SWING EXPO 2015

n. 23 del 2 marzo 20151

Si è svolto lunedì 2 marzo al Teatro Dal Verme di Milano il Concerto “Swing Expo 2015” che rientrava nel progetto Raccolta Fondi di LifeNet per la creazione dell’ospedale materno-infantile nel Senegal.

Questo progetto, che ha raccolto l’adesione di Rotary Club appartenenti ai Distretti 2041, 2042, 2050, 2230 e 1940 è ufficialmente partito; i lavori sono iniziati con la costruzione della struttura del poliambulatorio e delle infrastrutture di base necessarie alla urbanizzazione del luogo, per creare una unità operativa di primo intervento, autosufficiente, in grado di produrre una parte del reddito necessario al suo sostentamento economico.

Il nuovo ospedale “Divine Providence” sorgerà a Loul Sessene nella Regione del Fatcik, in un’area rurale in grave emergenza sanitaria, sociale e idrica.

Alcuni dei R.C. aderenti oltre al contributo economico stanno dando un contributo operativo diretto utilizzando competenze ed eccellenze professionali dei loro soci.

La nuova struttura sarà gestita dalla Congregazione delle Filles du Saint Coer de Marie, il più antico ordine religioso cattolico dell’Africa sub-sahariana. Tra loro pediatre, ginecologhe, ostetriche ed infermiere. La Madre Generale di questo ordine era presente in Teatro lunedì sera ed è stata presentata al pubblico che gremiva la sala (sold-out anche per il martedì) da Giorgio Rossi e Franco Troncavere anime e motori di questa iniziativa.

Sul palcoscenico la collaudatissima Orchestra ritmo-sinfonica di Paolo Tomelleri che annovera tra i suoi componenti musicisti di primissimo piano che per l’occasione era integrata da una sezione di 12 archi, due pianoforti, due batterie ed altri strumenti.

Apprezzatissime le esibizioni dell’”International Hot Jazz Quartet” con Paolo Alderighi, Duke Heitger, Engelbert Wrobel e Bernard Flegar nonché l’ospite d’onore Niki Parrot al contrabbasso (splendida la sua Besame Mucho) oltre al duo pianistico Stephanie Trick e Rossano Sportiello.

Con le musiche veramente coinvolgenti e stupendamente eseguite (vedi l’omaggio a Chopin in versione jazz con pianoforte e contrabbasso) non sono mancati i balli; uno straordinario gruppo di ballerini ha allietato la serata seguendo un percorso musicale che ha ricondotto il pubblico a ritroso nella storia, la danza irlandese che diviene poi negli USA ad opera degli emigranti e alla rielaborazione il tip tap di Harlem o la fine degli anni ‘40 quando al Boogie Woogie si affianca un nuovo ballo, il Rock and Roll.

Una serata piacevolissima che ha visto anche quest’anno la partecipazione di una rappresentanza del nostro Club per sottolineare l’attenzione all’iniziativa LifeNet per il Senegal senza dimenticare le piacevolezze dell’evento musicale, altro modo per contribuire.

 

                                                                                                                                      dibi

n. 23 del 2 marzo 20154

Questa voce è stata pubblicata in Conviviali, News dal mondo Rotary. Contrassegna il permalink.